Tratto da “La Repubblica”:

La piccola Cecilia ha 4 anni, può sedersi, giocare, camminare e disegnare. Ma non staccarsi dal carrellino che le consente di vivere, un cuore artificiale che la segue sempre fino a quando non arriverà il trapianto giusto per lei. Oggi alle 13 potrà, finalmente, rivedere il suo cane, un meticcio di nome Black: sarà il primo quattro zampe a entrare al “Regina Margherita”, in un pianerottolo davanti al reparto di cardiologia. Con lui ci saranno i genitori e un addestratore del progetto “pet therapy” finanziato dalla Fondazione Forma.

Continua a leggere nella pagina originale