Lei era Isotta. Una splendida gattina sui 7-8 mesi. E’ stata recuperata da un’anima buona che l’ha trovata investita su una statale e l’ha soccorsa. Isotta è stata ricoverata in clinica ed era parsa subito grave ma piano piano si era leggermente ripresa, almeno da riuscire a mangiare un pochino imboccata. Era paralizzata sicuramente ad un arto posteriore che sarebbe stato da amputare, l’altro arto dava qualche segno di riflesso. Non era più in grado di fare i bisogni da sola. Dopo quattro giorni in cui, a tratti, sembrava dare segni di ripresa, è crollata. Il suo corpicino non ha retto. Abbiamo fatto tutto il possibile, invano. Isotta era una gattina splendida, affettuosa, aveva tutta la sua vita davanti da poter vivere. Invece no. La sua vita è finita per colpa di qualcuno che ha deciso di lasciarla uscire, con una statale super trafficata davanti, di notte. E’ questa la libertà per un gatto? La libertà di morire su un asfalto? Una sfortuna può capitare a chiunque, anche alle persone più attente, anche a chi li tiene solo in casa. Questa però non è sfortuna, questo è essere irresponsabili. Ciao Isotta <3